BEST WESTERN Villa Pace Park Hotel Bolognese
Treviso-Preganziol Hotel quattro stelle


SCOPRI IL PIACERE DEL LUSSO A TREVISO


Treviso / Curiosità

aeroporto di treviso, aeroporto treviso

ristoranti a treviso

I vari Musei di Treviso custodiscono opere di unica rilevanza, motivo di forte orgoglio per i Trevigiani ed attrattiva per i numerosi turisti.
La Chiesa di Santa Caterina, risalente al XIV sec., e l'annesso convento dei Servi di Maria rappresentano la principale sede museale. Al loro interno si può ammirare una ricca sezione archeologica che offre una preziosa testimonianza della storia e del territorio dal II millennio a.C. fino all'alto Medioevo.
Il convento ospita inoltre affreschi del '300 e del '400 (ad esempio il Ciclo di Sant'Orsola, di Tomaso da Modena, ed altri importanti dipinti fino al XIX sec., tra i quali opere di Bellini, Lotto, Tiziano e Tiepolo).
Inoltre, dalla Galleria Comunale d'Arte Moderna, sono pervenuti alcuni capolavori del Novecento trevigiano, di Gino Rossi e Arturo Martini.
Altra attrattiva nel centro storico di Treviso è costituita da Ca' dei Carraresi che, nel XIV sec., era un ostello ristoratore per i viaggiatori, ed oggi ospita interessanti convegni, seminari e soprattutto mostre ed esposizioni di forte richiamo internazionale.
Sulla facciata è tuttora visibile lo stemma dei Da Carrara a richiamare non tanto l'utilizzo della struttura come dimora della nobile famiglia, quanto la sede per l'attività dei loro funzionari.
L'edificio, in stile romanico, conserva al suo interno diversi affreschi medievali.
Tra le numerose personalità nate a Treviso non possiamo non ricordare Martini: nato a Treviso nel 1889 riscrisse le leggi della scultura con la sua opera rivoluzionaria, utilizzando materiali di diversa natura: dal legno alla pietra, dalla creta al bronzo.

Guardando la conformazione del territorio si può notare il legame che univa Treviso alla vicina Venezia : il corso d'acqua che permetteva gli scambi commerciali tra la campagna trevigiana e la capitale della Serenissima si chiamava "Buranelli".
La storia narra che i pescatori dell'isola dei Buranelli avessero preso abitazione proprio su queste rive che ora sono diventate uno degli angoli più caratteristici di Treviso.
Nel 1856 gli Austriaci decisero di unifre alcuni isolotti del Cagnan Grande per creare uno spazio da adibire a mercato del pesce: tale mercato rinfrescato dall'ombra degli ippocastani ancora oggi colora ed anima il panorama cittadino.
La zona è inoltre caratterizzata dalla presenza di bancarelle di frutta e verdura che, insieme alle botteghe ed alle tipiche osterie in stile trevigiano, fanno di questa zona un punto di riferimento della vita sociale trevigiana costante nel tempo.
Ponte Dante, che dal 1865 prende il nome dal Sommo Poeta, si trova sulla confluenza tra le acque limpide del Sile e quelle più torbide del Cagnan. Dante con le parole "Là dove Sile e Cagnan s'accompagna" tratte dalla Divina Commedia "Paradiso" intende presentare quello che, per le numerose difficoltà che si erano incontrate nel corso della sua costruzione, era stato denominato il "Ponte dell'Impossibile".
Su queste rive, nel passato, si trovavano gli "squeri" cioè i luoghi dove si costruivano le barche che venivano usate per gli scambi commerciali con Venezia.
Treviso è da sempre nota come città di arte e d'acqua.
Chiunque l'abbia attraversata godendosi una tranquilla passeggiata, non può infatti non aver notato gli incantevoli palazzi trecentesci ed i frequenti corsi d'acqua che la attraversano, primo fra tutti il fiume Sile, noto fiume di risorgiva.
La storia di Treviso si snoda tra splendide case affrescate, portici e canali dove l'acqua del Sile, il fiume di risorgiva più lungo d'Europa, scorre tranquilla oltre le mura cittadine, attraverso oasi naturali, antichi mulini e ville venete.
L' urbanistica di Treviso rappresenta un esempio unico di città a misura d'uomo: luogo simbolo degli appuntamenti e delle abitudini dei trevigiani è Piazza dei Signori, un salotto all'aria aperta dove i Trevigiani amano incontrarsi e "ciacolare" attorniati da splendidi palazzi quali Palazzo della Prefettura (costruito tra il 1874 e il 1877),la Torre Civica ed il il Palazzo dei Trecento (costruito all'inizio del '200 e restaurato dopo il bombardamento del 7 aprile 1944), il Palazzo del Podestà, in stile rinascimentale lombardesco: sulla piazza passa il Calmaggiore il cui nome deriva dal latino "Callis maior" che conduce da Piazza dei Signori direttamente al Duomo.
Da non perdere la romanica Loggia dei Cavalieri, costruita sotto il podestà Andrea da Perugia.


Accenni di storia di Treviso Scopri le nostre offerte su Treviso




Best Western - The World's Largest Hotel Chain® - Each Best Western® branded hotel is independently owned and operated.
www.bestwestern.it - www.bestwesternrewards.it
Copyright© 2014 Park Hotel Bolognese
Treviso - Italia - P.I. 03648940272 | *Klekoo